Descrizione Progetto

Mattia Ometto

“Mattia Ometto è un pianista con una sensibilità meravigliosa, uno di quegli artisti che hanno il dovere di far capire al pubblico cosa significhi avere talento” 
(Aldo Ciccolini, pianista – Parigi) 

Allievo di Aldo Ciccolini a Parigi ed Earl Wild a Palm Springs, Mattia Ometto si è diplomato col massimo dei voti e la lode sotto la guida della prof.ssa Anna Barutti al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, frequentando i masterclass di perfezionamento dei Maestri Giorgio Lovato, Riccardo Zadra, Riccardo Risaliti, Gustavo Romero, Daniel Rivera e ricevendo preziosi consigli da Ruth Slenczynska.

Sin da giovanissimo compare nelle stagioni concertistiche delle principali città italiane fra le quali Venezia (Gran Teatro la Fenice), Milano (La Società dei Concerti), Roma (Accademia di Romania), Napoli, Torino, Trieste, Udine, Bologna, Rimini (Festival Pianistico Internazionale), Stresa, Treviso, Padova (Amici della Musica, Festival Cristofori), Vicenza (Società del Quartetto).

Nel 2008 debutta al Theatre du Rond Point des Champs Elysées di Parigi e alla Carnegie Hall di New York, iniziando da quel momento ad esibirsi  regolarmente in Europa e negli Stati Uniti dove è apparso ripetutamente a Los Angeles con la Lyric Symphony Orchestra, a New York (Carnegie Hall e Bargemusic), a Boston (Rivera Hall), a Des Moines (Sheslow Audiorium), a Redlands (Watchorn Hall), ed ancora a Claremont, Chicago, New Jersey, a Berlino, ad Ankara con la Academic Baskent Orkestra, in Bulgaria con la Vidin State Philharmonic Orchestra, in Italia con l’Orchestra di Padova e del Veneto, collaborando con direttori quali Luigi Piovano, Maurizio Dini Ciacci, Viorel Gheorghe, Charles Gambetta ed Ertug Korkmaz.

Sue incisioni e interviste sono state trasmesse da BBC Londra, Kulturradio Berlin, Radio France, Radiotre, Rai International, Rai Trade, Radio della Svizzera Italiana, Iowa State Radio, WGBH Boston, Kanal B Ankara, Radioclassica, Radio Romania.

La sua discografia per Brilliant Classics comprende l’integrale delle Mélodies di César Franck (con Francesca Scaini) e di Henri Duparc (con Andrea Mastroni), l’integrale della musica per due pianoforti di Franz Liszt in 9 CD (con Leslie Howard – attualmente in produzione) e l’incisione dal vivo del Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc con Leonora Armellini e l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Luigi Piovano.

Sempre con Leonora Armellini ha consegnato al disco l’integrale della musica per due pianoforti di Johannes Brahms (DaVinci), mentre in duo con Leslie Howard ha inciso l’integrale della musica per duo pianistico di Reynaldo Hahn (2 CD – Melba Recordings). Di prossima pubblicazione è un doppio CD solistico dedicato alla musica di Nikolai Medtner.

Già in servizio presso i Conservatori di Messina, Udine ed Adria, Mattia Ometto è attualmente docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.