IL FESTIVAL

Creare la Tradizione

Il Festival Pianistico Bartolomeo Cristofori nasce nel 2015 grazie all’Associazione Bartolomeo Cristofori – Amici del Conservatorio e con il sostegno del Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Già dopo il primo anno di attività ha inaugurato una rassegna che tra il 2016 ed il 2017 ha portato a Padova interpreti come Paul Badura-Skoda, Carlo Grante, Anna Kravtchenko, Roberto Cappello, Murray McLachlan. In questo ambito si è svolta la prima esecuzione integrale dei Poemi Sinfonici di Liszt nella versione dell’autore per due pianoforti ad opera di Leslie Howard e Mattia Ometto, esecuzione che ha coronato l’incisione del duo pianistico per la Brilliant.

Scopo del Festival è infatti rendere Padova la Città del Pianoforte: un polo vivo e pulsante della musica a livello internazionale sotto il nome di Bartolomeo Cristofori, geniale inventore del pianoforte che ha saputo unire arte ed artigianato, musica e scienza, intuizione e sperimentazione. Così il Festival si propone di sperimentare, di espandere, di favorire la fruizione della musica classica, e non solo, in tutto il territorio di Padova e Rovigo.

Dopo una ricchissima prima edizione, che ha visto esibirsi artisti come Ivo Pogorelich, il Trio di Parma, Zlata Chochieva, Antonii Baryshevsky, Alessandra Ammara, il Duo Pianistico di Padova, Moritz Kallenberg, Luigi Piovano con l’Orchestra di Padova e del Veneto e altri ancora, il Festival ritorna per animare il settembre padovano con alcuni dei più grandi e interessanti nomi del panorama internazionale, riservando uno spazio tanto ai giovani emergenti quanto ai concertisti più celebri.